Angelo Tantillo – Sette Lettere… Rotelle!

11256405_10204977304885969_95042701_nIL SIGNORE A ROTELLE, quello che doveva essere soltanto un saggio di laboratorio, ma che poi è cresciuto, si è evoluto e ha assunto la dignità di un vero e proprio spettacolo, meritandosi tutto il sudore e lo sforzo che gli SpaccAttòri e tutti quelli che ci hanno lavorato hanno prodotto, ha significato per me una vera e propria svolta.
Mentre cercavo di capire come superare le barriere architettoniche che bloccano l’accesso ai “diversamente abili”, superavo le mie barriere mentali, quelle che bloccano chi non ha altri impedimenti se non la paura o la debolezza o la mancanza di volontà.
Mentre costruivo l’uomo cruciverba, risolvevo il mio personalissimo rebus mentale nei confronti di un qualcosa che non avevo mai affrontato del tutto prima.
Lavorare a questo spettacolo e a stretto contatto con persone in carrozzina, mi ha fatto capire quanto l’attaccamento alla vita sia fondamentale, quanto la determinazione e la voglia di condurne una quanto più “normale” possibile, di vita, sia determinante per mettere le rotelle a questa società pigra, svogliata e disattenta che abbiamo creato.
Ma parte tutto da noi. Dal nostro più profondo sentire.
Se non smuoviamo quello, se non cambiamo l’uomo nello specchio, per dirla con Michael Jackson, non cambieremo mai nulla!

Annunci

Informazioni su Il Signore a Rotelle

– Il Signore a Rotelle – Lo spettacolo teatrale sulle barriere architettoniche e mentali tratto dall'omonimo libro di Attilio Spaccarelli
Questa voce è stata pubblicata in Spaccattòri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...