Il Signore a Rotelle alla Festa della Solidarietà: Che brivido!

festa_solidarieta_romaSarebbe molto interessante potervi proporre il backstage della nostra partecipazione alla Festa della Solidarietà.
Il dietro le quinte degli Spaccattòri: persone concentrate , precise , attente, sempre sul     pezzo   pronte a risolvere i problemi, e invece…

URLA, SEDIE CHE VOLAVANO, COSTUMI CHE SI ATTORCIGLIAVANO, RADIOMICROFONI CHE SALTAVANO, GENTE CHE SCALCIAVA, COPIONI SPAIATI, VESTITI SPARSI, SCARPE ABBANDONATE E AD UN CERTO PUNTO: AH MANCA LA SEDIA!
E invece no: TRE sedie a rotelle TRE tutte dallo stesso lato!
Ma ecco lo Spaccattore pronto che dribbla gli oggetti di scena, fa retromarcia e finalmente la sedia arriva a destinazione!

Gli Spaccattòri hanno così provato cosa vuol dire recitare all’aperto, sentire la propria voce nei microfoni, avere lo spazio di un palco grande come quello di San Giovanni senza poter mai fare la prova luci ed essere onorati da Ketty che ha reso ancor più grintoso il rap finale!
L’occasione poi era sicuramente molto bella: la prima edizione della Festa della Solidarietà in cui associazioni laiche e non si sono riunite per far si che questo valore avesse ancora più importanza in questa società!
La festa è stata un continuo susseguirsi di scoperte e bellissime conoscenze e il contributo dei volontari è stato fondamentale.
Vi rirgraziamo di cuore perché eravate davvero in tanti, un grande pubblico!
Non sapete l’entusiasmo che uno Spaccattòre può provare quando sente dietro le quinte l’energia di un pubblico coinvolto che si stupisce e che vive insieme al Signore a Rotelle tutte le sfaccettature di questa storia vera.
Finita la festa  gli organizzatori tirando le somme si chiedevano come fosse andata quando la nostra Lisa è intervenuta dicendo “Il solo fatto che una Festa come questa esista è già un traguardo in sé.
Ed è così.

Annunci

Informazioni su Il Signore a Rotelle

– Il Signore a Rotelle – Lo spettacolo teatrale sulle barriere architettoniche e mentali tratto dall'omonimo libro di Attilio Spaccarelli
Questa voce è stata pubblicata in Diario di Bordo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...